rifiuti

L'ACQUA CONDENSATA DEI COMPRESSORI E' UNO SCARTO INDUSTRIALE

L’ACQUA CONDENSATA DEI COMPRESSORI E’ UNO SCARTO INDUSTRIALE

Tempo di lettura: 2 minuti Dove c’è aria compressa c’è anche condensa.  Un litro d’olio inquina 1.000.000 di litri di acqua potabile. Queste cifre salgono se si considerano i numerosi processi industriali durante i quali vengono prodotte acque di scarico oleose. L’acqua di condensa dei compressori è considerata a tutti gli effetti uno scarico industriale, in quanto può contenere quantità…

RIFIUTI FOGNARI: NUOVO FORMULARIO DA LUGLIO 2022

RIFIUTI FOGNARI: NUOVO FORMULARIO DA LUGLIO 2022

Tempo di lettura: < 1 minuto Il Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali ha stabilito con la Deliberazione n. 14 del 21 dicembre 2021, ai sensi dell’art. 230 comma 5 del D. Lgs. 152/2006 (Testo Unico Ambientale), l’utilizzo di un nuovo modello di formulario esclusivamente per il trasporto dei rifiuti provenienti da fosse settiche (CER 20.03.04) e da pulizia delle reti fognarie (CER 20.03.06) Il nuovo formulario entrerà in vigore il 1 luglio 2022. Questo…

RENTRI: NUOVO REGISTRO SULLA TRACCIABILITA' DEI RIFIUTI

RENTRI: NUOVO REGISTRO SULLA TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI

Tempo di lettura: 2 minuti Dopo il flop del SISTRI, entrerà in vigore il nuovo registro sulla tracciabilità dei rifiuti chiamato R.E.N.T.Ri (Registro Elettronico Nazionale sulla Tracciabilità dei Rifiuti). Questo nuovo registro è stato introdotto col DLGS 3 settembre 2020 n. 116, pubblicato sulla G.U. 11/09/2020. Questo nuovo strumento sarà realizzato e gestito direttamente dal Ministero della Transizione Ecologica, e al suo interno…

Dichiarazione_MUD_2022

DICHIARAZIONE MUD 2022

Tempo di lettura: 3 minuti Pubblicato, in Gazzetta Ufficiale, il DPCM 17 dicembre 2021 “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2022”, che dovrà essere utilizzato per le dichiarazioni riferite all’anno 2021 con termine previsto al 21 maggio 2022. ALCUNI CHIARIMENTI PER LA COMPIALZIONE: 1) I rifiuti da pulizia manutentiva sono disciplinati dall’ articolo 230 comma 5. Lo spurghista è sia…

RENTRI: IL SOSTITUTO DEL SISTRI

Tempo di lettura: < 1 minuto Il SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) non è mai decollato, generando il caos tra gli operatori. Ecco perché, dopo essere entrato in vigore nel 2013 (cominciando dai rifiuti pericolosi), dal  2019 non è più operativo. Dopo un periodo di stallo, ha preso ora il via la sperimentazione di un nuovo sistema per la tracciabilità della…

img src="formulario rifiuti" alt="">

A CHI DARE LE QUATTRO COPIE DEL FORMULARIO RIFIUTI?

Tempo di lettura: 2 minuti Il Formulario di Identificazione dei Rifiuti (FIR) è il documento che deve accompagnare il rifiuto durante le fase di trasporto al fine di garantirne la tracciabilità. Deve esserne fatto uno per ogni tipo di rifiuto e quando entra in vigore sostituisce tutti gli altri documenti di accompagnamento dei rifiuti trasportati validi precedentemente. Invece, il trasporto di rifiuti pericolosi,…

img src="carico e scarico rifiuti" alt="">

ESCLUSIONE REGISTRO CARICO E SCARICO RIFIUTI DI CANTIERE

Tempo di lettura: 3 minuti In merito alla gestione dei rifiuti di cantiere ricordiamo una importante esclusione a favore delle imprese edili. Infatti, esse sono escluse dall’obbligo di tenuta del registro di carico-scarico rifiuti se in cantiere producono rifiuti speciali non pericolosi. Ricordiamo che detta esclusione oggi è vigente per effetto dell’art. 6 comma 3-ter della legge 12/2019 di conversione con modifiche del…

l’ATTESTAZIONE DI AVVENUTO SMALTIMENTO

Tempo di lettura: 2 minuti Con la pubblicazione dei quattro decreti legislativi di materia di rifiuti, veicoli fuori uso, pile e accumulatori, discariche e imballaggi, è stata attuata la disciplina comunitaria relativa al pacchetto di direttive sull’economia circolare. L’obiettivo della riforma è di evitare o ridurre la produzione di rifiuti, gli impatti negativi della produzione e della gestione dei rifiuti. Inoltre,…

DEPOSITO TEMPORANEO RIFIUTI: NUOVI LIMITI DAL 30 APRILE 2020

Tempo di lettura: < 1 minuto Vista la situazione di emergenza in cui ci troviamo attualmente il governo ha introdotto una disposizione alla legge 24 aprile 2020 n.27 la quale permette la deroga della quantità e dei limiti temporali per effettuare il deposito temporaneo dei rifiuti. Quindi, dal 30 aprile 2020 il deposito è consentito fino ad un limite massimo pari…

DEPOSITI TEMPORANEI DEI RIFIUTI

Tempo di lettura: < 1 minuto Come posto dal D.Lgs. 152/2006, art. 184, lett. bb), il “deposito temporaneo” dei rifiuti consiste nel raggruppamento dei rifiuti effettuato, prima della raccolta, nel luogo in cui gli stessi sono prodotti o, per gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del Codice Civile, presso il sito che sia nella disponibilità giuridica della cooperativa agricola di…

Invia messaggio
Ciao,
come possiamo aiutarti ?
Call Now Button