img src="PNRR" alt="">

PNRR: INCENTIVI PER TURISMO,EDILIZIA E DIGITALE

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo scorso 27 ottobre il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Recovery Plan. Il decreto ha come obbiettivo l’accelerazione dell’attuazione del Recovery plan (PNRR) dal valore di 200 miliardi. I finanziamenti arrivano del Next Generation EU il quale ha in piano di investire in diversi settori: Turismo, Edilizia, Digitalizzazione, Ambiente e Università. Il decreto mira a centrare in breve tempo gli obbiettivi dai vari Ministeri da qui al 31 dicembre 2021, così da raggiungere gli obiettivi di fine anno individuati in accordo con la UE.

TURISMO

Per favorire il turismo è stato previsto un nuovo credito d’imposta all’80% (Bonus Alberghi) per ristrutturare hotel, agriturismi, parchi tematici, imprese del comparto turistico ecc. Questo bonus, insieme al superbonus promuove interventi di ristrutturazione, riqualificazione energetica, eliminazione di barriere architettoniche e digitalizzazione delle strutture. Inoltre, insieme al credito d’imposta è previsto anche un contributo a fondo perduto che può arrivare a 100 mila euro. Per quanto riguarda i tour operator e le agenzie di viaggi, è previsto il bonus digitalizzazione con credito d’imposta al 50% fino ad un tetto di massimo 25 mila euro. Infine, per gli under 35 che vogliono avviare un’impresa nel settore è stata creata una sezione speciale nell’ambito del fondo di garanzia PMI.

RISORSE TURISMO NEL PNRR

Per questo settore, nel PNRR sono destinati complessivamente a 2,4 miliardi (in parte sbloccati con questo decreto ed in parte in attesa di successivi atti amministrativi) suddivisi in:

  •  1.786 milioni per un Fondo nazionale del Turismo, che comprende sei interventi:
    •  500 milioni: credito d’imposta (80%) e fondo perduto per le imprese turistiche;
    •  98 milioni: digitalizzazione delle agenzie di viaggio e tour operator;
    •  500 milioni: Fondo (con la partecipazione MEF e BEI) per l’ammodernamento delle strutture ricettive, interventi per la Montagna, sviluppo di nuovi itinerari turistici;
    •  358 milioni: Fondo di garanzia per sostenere il tessuto imprenditoriale e sviluppare nuove professionalità;
    •  180 milioni: fondo perduto e attivazione Fondo rotativo (Cdp) per ammodernamento strutture, eliminazione barriere architettoniche, riqualificazione ambientale;
    •  150 milioni: Fondo nazionale per il Turismo, gestito con Cdp, per rafforzare strutture e valorizzare asset immobiliari.
    I diversi interventi potranno ottenere ulteriore sostegno economico per allargare la platea dei beneficiari:
  •  114 milioni per il Digital Tourism hub, piattaforma digitale per aggregare online l’offerta turistica nazionale;
  •  500 milioni per il progetto Caput Mundi, interventi per l’offerta turistica in vista del Giubileo.
DIGITALIZZAZIONE

Per quanto riguarda l’ambito digitale è stato creato il fondo “Repubblica Digitale”. Il suo obbiettivo è incentivare iniziative di formazione digitale e il superamento del divario digitale presente attualmente nella penisola.

Il MiTE e il Ministro dell’Interno, inoltre prevedono di consentire ai cittadini l’iscrizione e gestione online del proprio domicilio digitale accedendo con SPID e CIE all’Anagrafe nazionale della popolazione residente. Inoltre prevede che le imprese acquisiscano le certificazioni necessarie per le proprie attività attraverso un’unica piattaforma, con il collegamento alla Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND).

ALTRE MISURE

Per quanto riguarda l’istruzione, sono previste delle borse di studio ed un concorso per la progettazione di nuove scuole all’avanguardia.

Invece, nel campo dell’edilizia si ha come obbiettivo la riduzione dei tempi di valutazione ambientale strategica e di stimolare investimenti in materia di efficienza energetica, rigenerazione urbana, valorizzazione del territorio e mobilità sostenibile.

Infine, nel Decreto Legge recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose”, sono previsti interventi per gli investimenti in particolari settori (ferrovie, sport), specifici interventi di bonifica ambientale e potenziamento del sistema di prevenzione antimafia.

Fonte: PMI

TI É PIACIUTA QUESTA NEWS?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Lascia un commento

Call Now Button