SICUREZZA SUL LAVORO: LAVORATORI OVER 50

Tempo di lettura: 2 minuti

Da molti anni l’Italia è uno dei paesi con il maggior numero di persone anziane nel mondo. Questo, unito al fatto che l’età pensionabile aumenta continuamente, necessita di maggiore attenzione visto che questi lavoratori sono più soggetti a criticità. La pubblicazione INAIL “Lavorare negli anni della maturità – invecchiamento attivo, salute e sicurezza dei lavoratori ultracinquantenni” approfondisce questa tematica.

Il D.Lgs 81/08 afferma che durante la valutazione dei rischi devono essere analizzati anchei rischi riguardanti la differenza di età. Infatti, nel caso di un lavoratore over 50 le attività che può svolgere sono limitate rispetto ad un lavoratore più giovane. Per esempio l lavoro su turni o in condizioni di elevata temperatura sono elementi che vanno considerati molto più pericolosi loro. Di conseguenza, bisogna valutare anche con Medico competentese il lavoratore è in possesso dei requisiti fisici e mentali per svolgere il lavoro in sicurezza.

Secondo l’INAIL, la maggior parte delle patologie o degli incidenti che colpiscono i lavoratori ultracinquantenni, sono dovuti all’invecchiamento. Essi riguardano principalmente:

  • Sistema cardiovascolare: danni o patologie cardiopolmonari dovuti a sforzi eccessivi, a elevati sbalzi di temperatura ecc…
  • Apparato muscolo – scheletrico: strappi dovuti alla perdita di forza ed alla diminuzione dell’elasticità muscolare.
  • Apparato visivo: diminuzione delle diottrie, cadute dovute a problemi di vista o a mancanza di riflessi, ecc…

In contrapposizione a questi dati ce n’è uno che può risultare sorprendente. Infatti, i lavoratori ultracinquantenni, soprattutto grazie all’esperienza, sono soggetti ad un minor numero di incidenti. D’altro canto nel caso di infortuni i danni sono solitamente più gravi vista l’anzianità Inoltre, mentre i lavoratori più giovani tendono ad infortunarsi prevalentemente agli arti superiori ed agli occhi, gli over 50 hanno nella schiena la zona più colpita. Le scivolate, l’inciampo e le cadute restano per i lavoratori la cause principali di infortunio.

MISURE OPERATIVE

Infine, risulta utile riportare alcune misure operative per una migliore gestione della salute e della sicurezza sul lavoro dei lavoratori ultracinquantenni:

  • Sensibilizzazione e coinvolgimento del personale sulla tematica dell’età;
  • Predisposizione delle postazioni di lavoro secondo principi ergonomici adatti ai lavoratori anziani;
  • Miglioramento dell’ambiente, delle attrezzature e dei metodi di lavoro;
  • Sorveglianza sanitaria focalizzata ed incremento della periodicità delle visite;
  • Assegnare i lavoratori ultracinquantenni a mansioni, che prevedono minor sforzo fisico, come ad esempio: supervisione, formazione e tutoraggio dei nuovi assunti;
  • Modifiche dell’orario di lavoro;
  • Incremento dell’informazione e della formazione.

TI É PIACIUTA QUESTA NEWS?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Lascia un commento

Call Now Button