COME E QUANDO FARE LA PROVA DEGLI INTERRUTTORI DIFFERENZIALI

Tempo di lettura: < 1 minuto

La periodicità della prova tramite tasto “test” è indicata dal costruttore del dispositivo. In assenza di indicazioni in tal senso si può fare riferimento all’allegato D (informativo) della Guida CEI 23-29: 6 mesi.

La prova strumentale alla corrente Idn rientra nell’ambito dei controlli di manutenzione dell’impianto elettrico. Per quanto riguarda la frequenza dei controlli essa non è sempre suggerita dalle Norme (lo è solo in casi particolari, come nei locali ad uso medico: 1 anno). Infatti, a frequenza della verifica periodica dipende dalla valutazione del rischio e deve essere determinata considerando il tipo di impianto e componenti, il suo uso e funzionamento, la frequenza e la qualità della manutenzione e le influenze esterne a cui l’impianto è soggetto. Può fare riferimento alla Norma CEI 64-8 art. 62.2.1 “frequenza della verifica periodica”.

La “prova di non intervento” a 0,5 Idn è una prova secondo il tipo, non riguarda la verifica dell’impianto ma la verifica del componente. Non è necessaria nel contesto dei controlli di manutenzione dell’impianto.

Fonte: NT24

TI É PIACIUTA QUESTA NEWS?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Tra i servizi di BWB Conforma è presente il servizio SicurezzaNoStress, finalmente un supporto rapido e chiaro che ti affianca negli adempimento previsti dal D.Lgs 81, dal DVR alle valutazioni specifiche , con suggerimenti pratici

SEI STANCO, PARANOICO o NON NE PUOI PIU’ DEGLI ADEMPIMENTI ma sai che non puoi esimerti? Contatta sicurezza@bwbconforma.it il SERVIZIO SICUREZZA NO STRESS sarà la cura.

Lascia un commento

Call Now Button