BANDO RICERCATORI

Bando per il sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l’impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici) presso le imprese stesse.

Il bando scade il 6 agosto 2019

FINALITA’ DEL BANDO

Incrementare l’attività di innovazione delle imprese venete promuovendo ed incentivando:

  • l’attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale
  • meccanismi di innovazione tramite l’impiego di ricercatori assunti direttamente dall’impresa (senza sostituire altro personale già impiegato)
  • lo sviluppo di progetti di innovazione coerenti con gli obiettivi previsti dalla Strategia di Specializzazione Intelligente per la Ricerca e l’Innovazione della Regione Veneto (RIS3 Veneto)

DOTAZIONE FINANZIARIA

  • 4,5 milioni di euro di stanziamento
  • Contributo a fondo perduto concesso ai sensi del Reg (UE) n.651/2014 (art. 25 e 29)

SOGGETTI AMMISSIBILI

Micro, piccole e medie imprese (PMI),in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive;
  • avere un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare l’iniziativa
  • non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà
  • non essere in stato di liquidazione o di liquidazione giudiziale

INTERVENTI AMMISSIBILI

Progetti coerenti con le traiettorie della RIS3 Veneto e che prevedono l’impiego di ricercatori nelle imprese per lo svolgimento di una delle seguenti tipologie progettuali:

a) ricerca industriale

b) sviluppo sperimentale

c) innovazione di processo

Tipologie progettuali: ricerca industriale

«ricerca industriale»: ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze e capacità, da utilizzare per sviluppare nuovi prodotti, processi o servizi o apportare un notevole miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti.


Essa comprende la creazione di componenti di sistemi complessi e può includere la costruzione di prototipi in ambiente di laboratorio o in un ambiente dotato di interfacce di simulazione verso sistemi esistenti e la realizzazione di linee pilota, se ciò è necessario ai fini della ricerca industriale, in particolare ai fini della convalida di tecnologie generiche.

Tipologie progettuali: innovazione di processo

«innovazione di processo»: l’applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software). Sono esclusi:

  • i cambiamenti o i miglioramenti minori
  • l’aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l’aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso
  • la cessazione dell’utilizzazione di un processo
  • la mera sostituzione o estensione di beni strumentali
  • i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori,
  • la produzione personalizzata
  • l’adattamento ai mercati locali
  • le consuete modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici
  • il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati

Spese ammissibili

  • nuovo personale di ricerca e sviluppo: «ricercatore/i» anche con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca;
  • costi correlati alla ricerca e sviluppo: spese relative ai costi residui della ricerca e sviluppo che non siano per il personale (Il costo riconosciuto ammissibile è da calcolarsi in modo forfettario fino ad
    un massimo del 5% della spesa relativa “nuovo personale di ricerca e sviluppo”);
  • spese generali: altri costi di esercizio, materiali e forniture derivantI direttamente dal progetto finanziatI (Il costo riconosciuto ammissibile è da calcolarsi in modo forfettario fino ad un massimo del 15% della spesa relativa “nuovo personale di ricerca sviluppo”)

Spese ammissibili: altre spese di ricerca

costi correlati alla ricerca e sviluppo:

spese relative ai costi residui della ricerca e sviluppo che non siano per il personale e comprendono:

  • l’utilizzo di attrezzature tecnico-specialistiche,
  • consulenze specialistiche e servizi esterni di carattere tecnico-scientifico,
  • materiali e componenti direttamente imputabili per la realizzazione di un prototipo
    connesso al progetto;
    Il costo riconosciuto ammissibile è da calcolarsi in modo forfettario fino ad un massimo
    del 5% (cinque per cento) della spesa relativa alla voce “nuovo personale di ricerca e sviluppo”
  • spese generali supplementari (derivanti direttamente dal progetto finanziato):
  • altri costi di esercizio,
  • materiali e forniture.
    Il costo riconosciuto ammissibile è da calcolarsi in misura forfettaria fino ad un massimo del 15% (quindici per cento) sul totale della voce di spesa “nuovo personale di ricerca e sviluppo”
    Tali spese dovranno essere motivate in fase di domanda e giustificate dai risultati e obiettivi raggiunti alla conclusione del progetto

Il ricercatore: il profilo

In fase di domanda deve essere individuato il profilo del/dei ricercatore/i indicando per ognuno:

  • Formazione: Devono essere indicate massimo due classi di laurea alternative coerenti con il
    progetto.
  • Esperienza: Devono essere indicate le esperienze minime coerenti con il progetto presentato che caratterizzano il profilo

  • Sono consentiti fino ad un massimo di tre ricercatori
    :
  • Nel caso di impiego di un solo ricercatore, il singolo contratto deve prevedere una
    durata non inferiore ai 12 mesi.
  • Nel caso di più ricercatori, il singolo contratto deve prevedere una durata non
    inferiore a 6 mesi.
    Il ricercatore/i che sarà assunto dovrà corrispondere al profilo presentato e
    valutato
    .

Presentazione delle domande

Tramite la piattaforma SIU

Apertura: 21 giugno 2019, ore 15.00

Chiusura: 6 agosto 2019, ore 17.00

Allegati alla domanda:
Allegato B: modello descrittivo del Progetto
Allegato D: dichiarazione di onorabilità

Per maggiori informazioni o ulteriori domande l’area “assistenza per finanziamenti e bandi” è disponibile per chiarimenti. Scrivici a supporto@bwbconforma.it

Lascia un commento