GUIDA SULLA TRANSIZIONE DPI DALLA DIRETTIVA 89/686/CEE AL REGOLAMENTO (UE) 2016/425

Tempo di lettura: 2 minuti

regolamento DPI (UE) 2016/425 è il risultato dell’allineamento della precedente direttiva DPI 89/686/CEE, al “Nuovo quadro normativo” (NQN), in particolare alla decisione n. 768/2008/CE, nonché alle disposizioni del trattato sul funzionamentodell’Unione europea (TFUE), dopo il trattato di Lisbona. 


Anche se la direttiva DPI 89/686/CEE sostanzialmente è stata in grado di raggiungere gli obiettivi previsti, c’è stato un ampio consenso sulla necessità di alcuni miglioramenti.
Le principali modifiche del Regolamento (UE) 2016/425 sono le seguenti:
– Strumento giuridico: un regolamento, direttamente applicabile, al posto di una direttiva che richiede atti nazionali di recepimento
– Scopo: ampliata per includere DPI progettati e fabbricati per uso privato per proteggere contro il calore
– I requisiti essenziali di salute e sicurezza: il DPI devono assicurare una protezione contro “i rischi per i quali si intende per proteggere”, non più “contro tutti i rischi incontrati”.
Altre modifiche minori:

– categorie di rischio: solo le definizioni basate sul rischio e gli elenchi esclusivi di rischio, la semplificazione
– procedure di valutazione della conformità: adattato ai moduli di NQN
– Definizioni: aggiunte orizzontali dell’NQN
– operatori economici (produttori, rappresentanti autorizzati, importatori, distributori) ei loro obblighi: descrizioni più dettagliate dal NQN
– Norme armonizzate e la presunzione di conformità: riferimento al regolamento (UE) N. 1025/2012 sulla armonizzazione europea
– marcatura CE: riferimento al regolamento (CE) n 765/2008
– organismi notificati: requisiti più dettagliate e modalità dal NQN
– Vigilanza del mercato e procedura di salvaguardia: le attività di rinforzo e di nuovo procedure semplificate
– comitato DPI e atti di esecuzione: riferimento al regolamento (UE) n 182/2011, relativa esecuzione della Commissione, decisioni in merito formale obiezioni contro norme armonizzate, clausole di salvaguardia nei confronti dei prodotti e sfide sulla competenza degli organismi notificati
– dichiarazione di conformità UE: contenuti più dettagliati, e un modello, dal NQN
– UE del tipo di esame: condizioni di validità e la data di scadenza del NQN

Il nuovo regolamento DPI (UE) 2016/425 è applicabile dal 21 aprile 2018, ad eccezione del articoli sulla notifica degli organismi notificati, comitato di DPI e sanzioni che diventano applicabili a diversi stadi precedenti.
Il presente documento contiene una lista di “domande e risposte frequenti” sulla passaggio al regolamento DPI (UE) 2016/425, che riguardano sia questioni “orizzontali” che domande “settoriali”, ovvero, quelli comuni a tutta la normativa comunitaria allineata al “Nuovo quadro normativo” che e quelle proprie del regolamento (UE) 2016/425.
Va notato che il presente documento è preliminare, in attesa della pubblicazione di i nuovi orientamenti di DPI.

Al completamento delle linee guida DPI (previsto per il secondo la metà del 2017) questo documento deve essere considerato come i principali riferimenti per la interpretazione del regolamento DPI.
Per questioni orizzontali, il documento di riferimento è la “Guida Blu” .

Un elenco di documenti di riferimento per l’orientamento è previsto alla fine del documento.

European Commission
Marzo 2017

fonte : certifico 

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa vivere un'esperienza positiva sul nostro sito. Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo con l'utilizzo dei cookie a tale scopo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi