SOLDI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE FEMMINILI IN VENETO

Tempo di lettura: 2 minuti

Tre milioni di euro nel 2017 di contributi a fondo perduto per le donne imprenditrici e le imprese a prevalente partecipazione femminile: è quanto ha stanziato la Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico, con la delibera dell’8 agosto 2017.

La Regione intende dare un sostegno concreto e sostanzioso alla capacità imprenditoriale delle donne in Veneto, aiutandole a ‘fare impresa’. 
Il contributo in conto capitale, per l’acquisto di macchinari, attrezzature, arredi, impianti e programmi informatici, potrà rappresentare una
buona leva per incentivare i progetti di consolidamento e crescita delle imprese ‘in rosa’.
In Veneto le imprenditrici rappresentano il 27,1 per cento dei titolari d’azienda: una percentuale in continua crescita negli ultimi anni, grazie anche alle politiche regionali. 
La realtà veneta dell’imprenditoria femminile è fatta soprattutto di micro imprese o di aziende con meno di 5 dipendenti, attive soprattutto nel settore dei servizi, del commercio e dell’artigianato

I destinatari del bando, che si rivolge alle 87.699 imprese ‘in rosa’ del Veneto, sono le imprese già esistenti in Veneto al momento della presentazione della domanda, costituite da donne residenti in Veneto da almeno due anni, se imprese individuali, oppure i cui soci e organi di amministrazioni siano costituiti per almeno i due terzi da donne che risiedono in Veneto da almeno due anni e il cui capitale sociale sia per il 51% al femminile, qualora si tratta di società,
anche di tipo cooperativo. 

Inoltre, requisito per accedere al contributo regionale è che la sede operativa dell’impresa nella quale si realizza l’intervento sia nel territorio regionale.

Potranno concorrere al contributo regionale le imprenditrici che dal 1 gennaio 2017 ed entro la presentazione della domanda abbiano effettuato spese per:
macchinari, 
impianti produttivi,
hardware e programmi informatici, 
attrezzature e arredi, 
mezzi di trasporto ad uso aziendale,
opere edili e di impiantistica, 
per importi compresi tra i 20 mila e i 150 mila euro. 

Il contributo regionale coprirà il 30% della spesa rendicontata.

Il bando, a sportello, si aprirà lunedì 6 novembre e si concluderà il 16novembre.

Le domande, corredate dalla rendicontazione dell’investimento fatto, dovranno essere presentate, via web, alla Direzione Industria Artigianato Commercio e Servizi della Regione Veneto secondo lo schema e le indicazioni pubblicate nel sito della Regione Veneto.

BWB Consulenza e Formazione è a completa disposizione per la valutazione e la rendicontazione del TUO contributo.

Contattaci al nr. 3385403678 o via mail a bwb.consulenza@gmail.com

Lascia un commento